Eliminare cocciniglia radicale

Per l'eliminazione di cocciniglie, nidi e neanidi dalle radici di una pianta si può procedere chimicamente o meccanicamente eliminando tutta la terra dalle radici sotto un getto d'acqua.cocciniglia-radici
Normalmente mi limito a questo, ma questa volta ho voluto provare un prodotto appena acquistato (Beetle) non troppo tossico, in cui ho immerso il pane di torba.
Dopo il bagno ho lasciato la pianta per una settimana in un secchio; quando ho ricontrollato, effettivamente non c'era più traccia di cocciniglie, comunque trattandosi di una pianta appena comprata, da rinvasare, ho seguito la normale prassi eliminando completamente la torba sotto un getto d'acqua e lasciando la pianta ad asciugare in un posto areato (non al sole) su fogli di giornale. Dopo circa 15 giorni si può procedere al rinvaso.Frailea-magnifica-radici-nude

Essendo contrario all'uso di prodotti chimici se non necessari preferisco sempre provare a risolvere meccanicamente, ma in certi casi, o quando le piante colpite sono molte, non è possibile fare tutto a mano.

La cosa importante in questi casi è osservare bene le radici mentre si rimuove la terra, per verificare che non siano rimaste cocciniglie radicali.

Come ci si accorge della cocciniglia radicale:
In genere per i rinvasi, che è bene eseguire ogni 2-4 anni, se non per aumentare le dimensioni del vaso, per controllare che non ci siano animaletti tra le radici e per rinnovare la terra.
Una pianta colpita da cocciniglia radicale appare in stasi, non cresce più, non fa nuove spine, con l'arrivo della bella stagione, non inizia a rinvigorirsi come le altre, anzi in casi gravi appare molto deperita. L'altro giorno stavo fotografando una pianta in fiore, quando tastandola mi accorgo che in tessuto non era duro come dovrebbe essere nel periodo di crescita, ho svasato la pianta e controllando le radici ho notato piccolissime cocciniglie di circa 1mm attaccate alle nuove radici, quindi anche se una pianta sta fiorendo non è detto che non sia sotto attacco di cocciniglia.

Prodotti usati per eliminare la cocciniglia radicale [attenzione! i prodotti chimici possono essere tossici per te e per l'ambiente, in casi non rari, si può essere sensibili o sensibilizzarsi a questi prodotti manifestando allergie più o meno gravi, quindi attenzione, se siete soggetti predisposti maneggiate sempre con i guanti e mascherina ed informatevi bene sui prodotti prima di usarli]:

- Prodotti a base di Olio bianco normalmente utilizzati per contatto contro la cocciniglia sono sconsigliati per cactacee e succulente.
- Il Reldan 22 (Bayer, ma esiste anche il generico) ormai dopo molti anni uso quasi esclusivamente questo, 1-2 volte l’anno uso altri prodotti per evitare di selezionare cocciniglie e ragnetti rossi resistenti. Il flaconcino bayer da 250 ml costa 12 euro e dura molti anni, se però si hanno qualche migliaio di piante o un giardino, si può prendere il boccione da litro a circa 20 euro. Si tratta di un prodotto che agisce per contatto, quindi non efficace come un sistemico e non preventivo, ma ha ottima azione contro la cocciniglia, il ragnetto rosso e gli sciardi, ad oggi gli unici tre tipi di parassiti che importunano le mie piante grasse! Normalmente diluisco 2-4ml per litro d’acqua. Se la pianta da trattare è molto colpita la immergo con tutto il vaso nella soluzione. [Contiene Clorpirifos-metile]
- Il Confidor (Bayer) un ottimo prodotto sistemico, va somministrato quando le piante sono in vegetazione, è inutile durante il riposo (inverno); in primavera con la ripresa vegetativa è possibile effettuare due annaffiature consecutive a distanza di 10-15 giorni, comunque quando la terra si è completamente seccata. Preventivamente si può fare un'annaffiatura prima della stasi vegetativa (in autunno) ed una prima della ripresa vegetativa. [Nota ministero della salute: esente da classificazione?. Contiene imidacloprid].
- Il Fenix (Cifo) non si trova più in vendita, prima lo alternavo al Reldan 22 sistematicamente, ora uso quel poco che mi è rimasto per un secondo trattamento quando necessario. Come il Reldan22 va spruzzato sulle parti aeree della pianta in caso sia visibile cocciniglia cotonosa, non è sistemico, ma da contatto, quindi in caso di cocciniglia radicale deve essere somministrato solo se la si è vista, annaffiando in primavera si agisce sulle neanidi che stanno iniziando ad uscire dai nidi [Nota del ministero della salute: irritante e pericoloso per l'ambiente. Contiene Dicofol]
- Il Beetle è un insetticida a largo spettro, mi è stato consigliato in un consorzio agrario [nota del ministero della salute: irritante. Contiene Cipermetrina]
- Composto di rame e zolfo è anticrittogamico indicato per prevenire attacchi fungini, può essere usato durante il lavaggio delle radici di piante colpite da cocciniglia radicale. Normalmente viene nebulizzato 3-4 volte l'anno come fungicida preventivo in dose minore rispetto a quanto riportato sull'etichetta [nota ministero della salute: irritante. Contiene rame ossicloruro e zolfo puro].
- Rimedio della nonna preventivo per la cocciniglia radicale è di inserire sul fondo del vaso una pallina di naftalina; tiene alla larga dalla terra vari tipi di insetti, ma è inutile se le radici sono già state colpite.

- Rimedio della nonna per l'eliminazione della cocciniglia: togliere uno ad uno gli insetti con un cotton fioc imbevuto di alcol, oppure rimuovere le cocciniglie con uno stecchino e passare subito dopo sul punto in cui era la cocciniglia un cotton fioc imbevuto di alcol.


Argomenti correlati:
- Eliminare cocciniglia a scudo
- Video di cocciniglia
- Immagini di cocciniglia
- Rinvasare piante grasse

7 commenti:

Fabiana Fusco - creazione gioielli ha detto...

Ciao a te grazie per i complimenti in realtà non è che mi ci decichi particolarmente ma devo dire che in questo periodo fanno proprio delle bell soprprese...buona serata!!

Tere ha detto...

Qué alegría encontrar blogs de cactus y crasas. Tienes un blog fantástico y unas fotos impresionantes. Felicidades. Saludos desde España.

Annalisa ha detto...

Io odio le cocciniglie!!!

Proverò questo confidor... speriamo che Dio ce la mandi buona e... senza parassiti!

stranepiante ha detto...

..anche io le odio sempre di più... il confidor fino ad ora è quello che mi ha dato risultati migliori.

antonello sacco ha detto...

Ciao per la buoganville può andar bene?

Alice ha detto...

Ciao io mi non riesco a capire se sono cocciniglie o altro.. Il mio fico d'India ha una patina biancastra che se tocco viene via su tutte le foglie/pale.non capisco cosa sia...help!alice

Stranepiante ha detto...

ciao, per la bouganville dovrebbe andar bene.
mentre la patina sul fico d'india è normale!

Articoli della stessa categoria: