Semina Lithops ruschiorum v. r. "nelii" - C102

Ecco il punto (a sei mesi dall'ordine dei semi) sulla mia prima semina di Lithops, più precisamente Lithops ruschiorum v. ruschiorum "nelii" C102 questa specie di Lithops è stata trovata a 20km Est Cape Cross, Namibia. Partendo dalle origini...

Ho fatto l'ordine dei semi nella notte tra il 6 e 7/11/2007 spediti l'9/11/2007 da http://www.conos-paradise.com, negozio trovato per caso, tedesco, ma anche in inglese, semplice l'acquisto, ho deciso di comprare qui perchè applica costi di spedizione onesti (2 euro standard, 7,5 fast), perchè accetta paypal, e perchè lo shop è molto fornito, oltre ai semi ha piante di 1-2-3 anni, per alcune specie ha solo semi, per altre ha solo piante (tipo gli optica rubra :( che avrei dovuto comprare); dopo aver fatto l'ordine, e lette le condizioni che dicevano di non pagare sino a che non si aveva ricevuto la merce con la fattura, il 10 una mail mi avvisava che l'ordine era stato spedito....

Ore 9:00 del 12/11/07 arrivano i semi, in una confezione ottima, scatoletta di cartone morbido avvolta da un guscio di cartone rigido, i semi in singole bustine con codice della pianta, ammortizzate con un fazzoletto di carta. Imballaggio perfetto, nonostante questo, il pacchetto è arrivato frantumato, sicuramente per colpa delle poste italiane :D con un rattoppo fatto con scotch di un altro colore.

Passo tutta la giornata a preparare terra e contenitori (vedi riferimenti ai post che trattano dettagliatamente questo argomento a fine pag) e finalmente intorno alle 22:00 del 12 novembre spargo i semi sul terreno.

Qui sotto ci sono le foto dei Lithops ruschiorum v. ruschiorum "nelii" C102, per questa varietà ho avuto risultati migliori dato che mi sono stati spediti in regalo moltissimi semi invece dei 20 delle altre varietà che erano:
1 × C16, 20S: Lithops aucampiae ssp. aucampiae v. koelemanii,
1 × C124, 20S: Lithops dorotheae,
1 × C348, 20S: Lithops bromfieldii v. bromfieldii.

Per questa semina ho utilizzato uno strato di pomice sul fondo, una composta formata da ghiaino per acquario e terra da vivaio 1:1, sulla superficie ho sparso un sottilissimo strato, di terra, perchè mi sembrava strano di dover seminare su un substrato così tanto minerale, ma in futuro eviterei questo strato superficiale.
Anche riguardo al vaso devo dire che non è stata una buona scelta (5cm di altezza), la prossima volta userò un vaso più alto, almeno di 10 cm, dato che le radici si sviluppano molto in profondità.

  • 20 novembre 2007

2007-11-20 (1.1)

  • 20 novembre 2007 - particolare

2007-11-20 (1.2)

  • 29 novembre 2007 - in questo periodo ho aggiunto un sottilissimo strato di sabbia sulla semina, per coprire le radici che erano rimaste scoperte, credo che i Lithops abbiano gradito.

2007-11-29 (3.1)

  • 29 novembre 2007 - particolare

2007-11-29 (3.2)

  • 17 gennaio 2008

2008-01-17 (4.1)

  • 30 gennaio 2008

2008-01-30 (1.1)

  • 4 febbraio 2008

2008-02-04 (2.1)

  • 15 marzo 2008 - a fine febbraio è iniziata la prima muta. Inizialmente può spaventare dato che le piante smettono di crescere, cambiano colore diventando meno brillanti e sembra che stiano per morire.

2008-03-15 DSCN3781(1.1)

  • 21 marzo 2008 - la muta procede, ma non tutte le Lithops riescono a rompere il guscio composto dalle vecchie foglie, questo non è un problema, sono così energuche che a volte invece di spaccarlo da sopra come avviene abitualmente, lo scalzano da sotto.

2008-03-21 IMG_0007(1.1)

  • 28 marzo 2008

2008-03-28 IMG_0280(1.1)

  • 26 aprile 2008 - come si vede chiaramente in questa foto, il sottile strato superficiale di terra e poi sabbia, è quasi completamente scomparso lasciando a vista il ghiaino sottostante.

2008-04-26 IMG_0658(1.1)

  • 26 aprile 2008 - particolare

2008-04-26 IMG_0658(1.2)

  • 04 maggio 2008

2008-05-04- Lithops semina

  • [Aggiornamento] 13 maggio 2008

2008-05-13-Lithops-ruschiorum-ruschiorum-nelii-C102

  • [Aggiornamento] 4 giugno 2008 - ho avuto 4 perdite (nell'angolo in basso a sinistra)

2008-06-04 - semina-Lithops

  • [Aggiornamento] 23 giugno 2008 - alcuni Lithops sembrano pronti per una seconda muta. Adesso è più visibile una sostanziale differenza di colore di alcune piante, a cosa è dovuta? è noto che Lithops della stessa specie abbiano disegni sempre diversi... ma non credevo anche colori così differenti. Gradieri commenti che mi aiutassero a scacciare il tarlo che mi fa pensare che i semi non fossero tutti della stessa specie.

lithops da seme 23-06-08

  • [Aggiornamento] 29 giugno 2008 - infatti al centro a destra è iniziata la seconda muta.

lithops da seme 29-06-08

  • 29 giugno 2008 - particolare della muta.

muta lithops

  • [Aggiornamento] 22 Agosto 2008 - I piccoli Lithops sono molto cresciuti dall'ultima foto! la muta procede.

Lithops semenziali 22-agosto-2008

  • [Aggiornamento] 07 Settembre 2008 - Ormai le piantine iniziano a stare troppo strette, non avendo mai rinvasato il contenitore è rimaso il primo, ossia il vaso da bonsai, che è decisamente troppo basso per loro...

Seminare lithops 07-09-2008

  • 07 settembre - guardate chi passava per caso! sapreste dire cos'è?

parassita bo1

Cliccando sulle foto si vedono ingrandite.

Tenete sott'occhio il post, aggiungo man mano le nuove foto dello sviluppo di questi bei Lithops ruschiorum v. ruschiorum "nelii" C102. Iscriviti al Feed per rimanere aggiornato.

Argomenti correlati:

- Informazioni di base per seminare Lithops
- Cosa serve per la semina
- Inerti utilizzati per la preparazione della composta di semina
- Accorgimenti per la semina
- Sterilizzazione e disinfezione materiali
- Apertura capsula semi Lithops




20 commenti:

Ezequiel Coelho ha detto...

Congratulations for your blog and seedling!!! :)

Stefy ha detto...

fantanstico questo blog..io amo le piante grasse ma solo nell'ultimo anno le sto curando meglio..ne ho una 40 di cui molte non conosco e non trovo la specie tu potresti aiutarmi?

ho trovato il tuo blog perchè cercavo lithops e ho visto il sito da dove hai comprato i tuoi semi e mi sembra ottimo!hai comprato anche piante da loro?

mmh c'è un modo più comodo per parlare che non siano i commenti?

Stefy

stranepiante ha detto...

Ciao Stefy, sono contento che ti piaccia il blog.

Per parlare più comodamente puoi scrivermi per mail all'indirizzo gmail.com che trovi scorrendo le pag del blog sino alla fine.

Premetto che sono un umile appassionato come te, non un esperto, ho piante grasse da sempre, ma solo negli ultimi anni ho iniziato a curarle più costantemente, e a cercare esemplari più particolari; avendo scattato molte foto e avendo preso appunti delle mie esperienze ho deciso di scriverle in questo blog per condividerle e per averle sempre a portata di click.

Sarò felice di aiutarti, inviami per email le foto delle piante, o dimmi dove posso vederle se le tieni in qualche spazio web; vedrò che posso fare :), in ogni caso ci sono diversi forum (es: forum.cactofili.org/ o cactus-co.com/forum/) dove anche io mi rivolgo per identificare le piante che non conosco, se non li hai mai visitati te li raccomando!

Riguardo a conosparadise, non ho ancora comprato piante da loro (solo semi), ma lo farò presto :) e scriverò un post anche su questo, cmq mi sono sembrati molto professionali, e sicuramente molto onesti.

ciao
A presto

Anonimo ha detto...

ciao,molto interessante e molto chiaro, sopprattuttom le foto rendono il tutto molto esplicito!
Una domanda, con le annaffiature come ti sei regolata?
grazie
silvia

stranepiante ha detto...

ciao, essendo la mia prima semina di Lithops sono andato ad occhio, ossia per il primo periodo (circa 10-15 giorni) non ho dato acqua perchè il contenitore era coperto da pellicola.
Poi nel mese successivo ho nebulizzato poco, un giorno si e uno no, ma poi mi hanno spiegato che anche per i Lithops è meglio non nebulizzare (ma la tentazione è forte :)), ma bisogna immergere il contenitore facendo entrare l'acqua dai fori inferiori.
A questo punto ho iniziato a bagnare da sotto una volta a settimana, sempre controllando che il terreno era totalmente asciutto diradando sempre più le annaffiature... quando le bagnate erano una volta ogni 15-20 giorni ho iniziato ad avere inspiegabili perdite nei giorni successivi alle annaffiature e quindi ho diradato ancora di più arrivando a bagnare una volta al mese o ancora più raramente... ad es da agosto ad oggi ho bagnato solo due volte, una il 16 agosto e un'altra i primi di ottobre... sono piante strane, non danno il tempo di capire se c'è qualcosa che non va e si "volatilizzano" letteralmente da un giorno all'altro. Tieni presente che sono tenute in casa sotto luce artificiale, quindi in crescita continua e con clima molto secco (la composta si disidrata rapidamente). Mi dispiace di non poter essere più preciso, ma rispetto alle altre semine i Lithops sono quelle che bagno di meno.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, anzitutto mi presento, mi chiamo Germano complimenti, ottime le foto e le informazioni.
qualche settimana fà nella mia serra dove tengo le piante grasse a cui tengo di più , sono nati con grande sorpesa ua trentina di lithops ,avevo getato n questa serra alcuni semi ricavati dai fiori di alcuni lithops acquistati , onestamente non pensavo più neanche a loro e ancora non mi spiego perchè siano germinati solo ora ... comunque ..
il fatto è che non si trovano in un vasetto , separati , ma sparpagliati tra altre piante grasse e stò avendo grandi difficoltà per annaffiarle , le vedo così delicate in questa fase ( circa 15 giorni ) che ho la tendenza a bagnarle spesso , come mi regolo ? avete qualche consiglio ?
grazie e ciao a tutti !

stranepiante ha detto...

ciao, grazie per i complimenti.
secondo me questi semi hanno già dimostrato tanto coraggio, potresti essere fortunato e riuscire ad ottenere Lithops adulti. In effetti le condizioni in cui si trovano non sono buone, anche se è positivo che si trovino in serra (all'aperto probabilmente non sarebbero mai nati o nati e scomparsi immediatamente); con un altra pianta mi sarei azzardato a consigliarti subito di provare a prelevare con cura e ripicchettare in un altro contenitore dove puoi avere più controllo, ma le tue piantine hanno un'età troppo critica, in particolare perchè sono Lithops... sinceramente non saprei cosa consigliarti per essere sicuri di salvarle, perchè già in condizioni ottimali sono piante delicate, inoltre hanno radici lunghe e sottili, che è bene far sviluppare fornendo acqua a tutta la terra che le contiene, ma in questo periodo e nell'immediato futuro (inverno) questo potrebbe uccidere le piante proprietarie del vaso... a questo punto credo che hai due possibilità, ma entrambe devi essere molto fortunato: o le lasci lì continuando a bagnare poco superficialmenter, ma spesso per altri 10 giorni e poi diradi sempre di più, in modo anche da non danneggiare le altre piante, oppure provi con un cucchiaino a raccogliere circa 1-2 cm di terra intorno alla piantina e prepari un contenitore dedicato dove "incastrare" queste porzioni di terra, in modo da non danneggiare le sottilissime radici dei piccoli Lithops.
credo che siano germinati solo ora, perchè probabilmente solo ora si sono create le condizioni adatte di temperatura e umidità, che noi creiamo artificialmente, e che ci permettono di prevedere che in pochi giorni i semi buoni germineranno.

mi dispiace di non porti essere di più aiuto, buona fortuna!! fammi sapere come risolvi! :)

germano ha detto...

grazie per la pronta risposta .
allora ....
alcune piantine di lthops ... sono andate , probabilmente troppa acqua, (comunque qualche perdita è sempre prevedibile ed ammessa ), ho coperto le piantine con un legero strato di terriccio morbido
e ridotto la quantità d'acqua, qualcuna ha già fatto capolino dal nuovo strato di terra, ho solo paura che non sopporteranno il freddo di questi giorni ... uff !!!
ciao,
Germano

stranepiante ha detto...

Purtroppo non ho esperienza di semine all'esterno, di sicuro le piantine in inverno interrompono la crescita, ma non so se sono in grado di resistere al freddo essendo così piccole. Incrocio le dita con te! :)

Anonimo ha detto...

Ciao, sono sempre Laura, che ti ha scritto qualche giorno fa!
Alla fine ho ordinato 5 varietà di semi di Lithops (julii ssp fulleri fr bruna, verrucolosa var verrucolosa, pseudotruncatella * alpina, salicola, karasmontanta subs. bella), delle varietà di A. asterias e myriostigma che non avevo mai visto prima, e un intrigante "cactus mix" 300 semi... Ho già i vasi e sto lavorando sugli inerti... ho trovato una terra per cactacee che contiene il 20% di pomice a granulometria 2-3 mm in un vivaio... in un negozio di acquariofilia poi ho visto che hanno degli ottimi ghiaini di quarzo naturale... quindi dovrei essere a posto, non sono finissimi però penso sui 3 mm in media dici che va bene? Che percentuale di mix faresti? Voglio seminare all'aperto (ho un terrazzo coperto a nord che è adatto, non c'è mai sole!) appena mi arriveranno i semi...
Altra domanda: se ho capito bene, usando vasi nuovi e terra da vivaio, potrei invece che sterilizzarla annaffiare con soluzione antifugina dopo la semina o sbaglio? Preferirei perchè sterilizzare tutto dev'essere un notevole sbattimento ma se mi dici che non è lo stesso lo farò...
Riguardo alla mia decennale esperienza di semine ora ti racconto... i semi li presi quasi tutti in visite a giardini di cactacee (ce ne sono di bellissimi a Montecarlo e a Bordighera), ho seminato con la terra che avevo in giardino, unica accortezza prelevavo terra a 2 metri di profondità perchè c'erano degli scavi in corso e così non c'erano semi di infestanti inframmezzati, è una terra molto simile a sabbia perchè a pochi metri dal mare e per questo credo andasse abbastanza bene, seminavo e tenevo in ombra... mai avuto grossi problemi di germinazione... come piante, ho poi avuto negli anni tante perdite perchè d'inverno avevo spazio al coperto solo per una piccola minoranza, su un davanzale, le altre si beccavano la pioggia e spesso marcivano... sono più robuste le mammillarie, i ferocactus e in generale quelle nate direttamente in quel giardino che in qualche modo si saranno abituate... ora ho traslocato (ma il giardino rimane, è diventato la mia seconda casa) e ho un balcone a sud 4x3 metri con copertura data dal balcone sovrastante per cui ovviamente m'è tornata la scimmia delle piante grasse... ne ho portate giù alcune (giusto stamattina mi si è aperto il fiore su un myriostigma nato da seme più di 10 anni fa!) ma voglio rinfoltire le schiere... ho pensato ai Lithops perchè non hanno spine e ho una bimba di pochi mesi... che non vorrei mi cadesse su un grusonii! E poi mi sono sempre stati simpatici i Lithops, ne ho avuti per anni ma sono schiattati in un inverno molto freddo anni fa... Scusa se ti ho annoiato, a presto ripasso e ti aggiorno!

stranepiante ha detto...

ciao, per la percentuale abbonda con gli inerti, circa 60%-70% del totale. per la sterilizzazione preferisco farla in particolare se la terra è vecchia, quindi contiene semi vari e animaletti. il fungicida è fortemente consigliato per i lithops in ogni caso! non so darti altri consigli per la semina all'esterno, non l'ho mai fatta, preferisco i neon :)

non mi annoi, aspetto aggiornamenti :)!!!
ciaociao a presto

Marco ha detto...

ciao e congratulazioni pr il blog e per la semina, bellissime piante; ti volevo chiedere una cosa visto che ho seminato alcuni semi di lithops circa una settimana fa: appena vedo crescere le prime piantine come mi comporto con l'acqua? devo continuare a mantenere umida la terra o no? ciao e grazie

Marco ha detto...

oops mi sono accorto ora che avevi già risposto a questa domanda..

Stranepiante ha detto...

Bravo! grazie per aver letto le risposte alle altre domande :D
ciaociao
a presto
(spero di vedere le foto delle tue semine)

alessandraewalter ha detto...

bel blog complimenti. Ho preso anche io dalla germania una serie di piantine e volevo anche i semi ma il tedesco forse non ha capito il mio ordine. Comunque mi sono arrivate delle piantine piccolissimissime. Credo che a questo punto dovrò interrarle su un terreno preparato come se dovessi seminare perchè ripeto sono lillipuzziane. Copierò il tipo di terreno che tu hai usato per la semina e le metterò in serra per l'inverno con esposizione a sud. saluti
walter

gioba ha detto...

salve a tutti,dopo aver visto questo splendido lavoro, vorrei provare a fare la mia prima semina. Ho visitato conosparadise ,ho scelto i miei semi, ora vorrei sapere come e quando pagare e se contattano loro. grazie in anticipo e ancora complimenti

Stranepiante ha detto...

ciao, quando ho fatto l'ordine su quel sito mi è arrivata una email che diceva di pagare all'arrivo dal pacco l'importo presente nella ricevuta presente all'interno.

Murdoch ha detto...

Ciao.....
bello il tuo blog, me lo spulcerò meglio appena ho due minuti...
non so se ancora attivo, cmq io chiedo lostesso:

io sono riuscito a far nascere tantissimi lithopsini (^_^)
volevo sapere per quanto tenpo devo tenere il substrato umido, io riempio il sottovaso di acqua ed il substrato la assorbe, il celophan ormai non c'è più da tempo sui vasi......

attendo tue info se ancora attivo questo post

Stranepiante ha detto...

ciao, devi andare un pò a senso, se hai già tolto la pellicola da tempo le piantine saranno ormai robustelle e devi diradare gradualmente le annaffiature facendo il ciclo asciutto-bagnato ribangando quindi solo dopo che la composta si è completamente asciugata da qualche giorno.

claudia ha detto...

Complimenti per l'esperienza..anche io dopo aver comprato delle piantine da Uwe mi appresto ad ordinare dei semi..ma ho dei dubi riguardo le irrigazioni..come ci si comporta dal giorno della semina fino ad avere piante adulte? Grazie mille

Articoli della stessa categoria: