Quando seminare piante grasse

Quando è il periodo giusto per seminare le piante grasse? è una domanda che mi è stata posta più volte.

Per rispondere come prima cosa bisogna sapere se si intende seminare all'aperto a temperatura ambiente e con la luce solare naturale, o se si desidera seminare in casa in ambiente controllato con luce artificiale neon.

Per seminare all'esterno bisogna aspettare che ci sia una buona luce, che la temperatura sia sufficiente (che non scenda sotto i 15 °C), e che assolutamente non ci siano più gelate, quindi il periodo migliore è Maggio o fine Aprile così che le piantine arrivino già cresciutelle a fine ottobre, quando inizia a fare freddo, a questo punto bisognerà comunque proteggerle in serra, anche una serra artigianale, che eviti che la temperatura scenda troppo, e che protegga dalla pioggia, comunque la crescita si fermerà durante l'inverno per riprendere verso Aprile ed è più probabile rispetto ad una semina in casa che alcune piantine non resistano all'inverno.

Per seminare con luce artificiale non c'è una regola precisa, si può seminare quando si vuole. Generalmente semino subito i semi prodotti tra Agosto e Ottobre in modo che abbiano quasi un anno di crescita attiva sotto le luci artificiali per poi metterli all'esterno durante la successiva bella stagione, ed in certi casi ad ottobre ritiro in casa le semine più delicate e proteggo dall'eccessivo freddo le altre per poi lasciarle definitivamente all'esterno dopo due anni. Ad esempio le semine in ambiente controllato di Gennaio 2008 non vedranno la luce solare sino ad Aprile 2009, questo perchè ho visto che semine di 5 mesi più giovani, ma tenute sempre sotto luce artificiale, sono cresciute meglio di semine più anziane, ma messe all'esterno appena la temperatura lo permetteva.

Poi ogni appassionato potrà regolarsi in base al clima di dove vive, in base al tipo di pianta seminata e alla qualità e quantità di semi (se sono pochi o vecchi, e meglio non rischiare con una semina all'aperto).

Preferisco di gan lunga la semina in casa con neon, perchè non condizionata da eventi atmosferici, perchè la temperatura è prevedibile (inverno 20-25 °C - estate 30-35 °C) e posso decidere le ore di luce con un timer (14-15 se l'ambiente è chiuso, 10-12 se c'è una finestra).

Volendo si può anche seminare all'esterno in primavera e poi ad Ottobre spostare sotto i neon, oppure ripicchettare in un nuovo contenitore i semenzali migliori da tenere così dentro casa in modo che continuino la crescita durante l'inverno, ma non condivido molto questa scelta perchè preferisco ripicchettare sempre il più tardi possibile, e dopo 5-6 mesi il rischio di perdere qualche pianta è troppo elevato.

Costruendo un germinatoio chiuso, con un box di legno o un acquario a cui avrete coperto i vetri, potrete accenderlo di notte in modo da risparmiare sulla corrente elettrica, che in alcune fasce orarie costa meno.

Una cosa importante da tener presente, è che il passaggio da luce artificiale a luce solare deve essere sempre molto graduale, posiziono le semine all'esterno per una quindicina di giorni senza che ricevano mai il sole diretto, poi gradualmente le sposto in modo che ricevano sempre più luce, stando sempre attento che le piante non diano segni di sofferenza.

Argomenti correlati semina:
- Quando seminare le piante grasse
- Informazioni di base per la semina
- Cosa serve per la semina
- Inerti utilizzati per la preparazione della composta
- Accorgimenti per la semina
- Sterilizzazione e disinfezione
- Luci necessarie ad una corretta germinazione e successivo sviluppo delle piante

Argomenti correlati moltiplicazione piante grasse:
- Introduzione alla moltiplicazione delle piante succulente
- La semina delle piante grasse
- Moltiplicazione per polloni
- Moltiplicazione per talea di foglia
- Moltiplicazione per talea di fusto

8 commenti:

ioetexsempreinsieme ha detto...

ciao armai sono quasi 2 mesi che ho seminato le mie piantine grasse, e stanno mettendo le prime spine, secondo te quando altro tempo ci vuole per vederle sottoforma di piante e non come microscopici chicchi di riso verdi?

stranepiante ha detto...

ciao, le piante grasse hanno crescita molto lenta, generalmente le cactacee non fioriscono prima di 3-4 anni di età... per quanto riguarda la forma, dopo un anno assomigliano già molto alle piante adulte, anche se sono ancora di 1 cm circa.
grazie
ciaociao

Manuele ha detto...

Ciao, complimenti per il sito e per la competenza. Ho bisogno di un consiglio da te. Semino Aloe in ogni mese dell'anno (ho una serretta riscaldata a 21-22°) in casa su terrazzo chiuso esposto a nord.In 15-21 giorni solitamente germinano con una percentuale di successo oltre l'80%.
Il problema viene dopo che le tolgo dalla serretta e le lascio nello stesso terrazzo davanti ad una finiestra. Entro qualche settimana diventano giallognole, raggrinzite e chiaramente sofferenti nonostante la temperatura sia costante sui 20°, la luce abbastanza. Ho provato anche vari tipi e frequenze di annaffiature o vaporizzazione ma senza risultato.
Quale è il miglior comportamento una volta tolte dalla serretta ? Che consiglio puoi darmi ?
Grazie

stranepiante ha detto...

ciao Manuele, grazie per i complimenti.
non ho mai provato a seminare aloe, mi viene da chiederti dopo quanto tempo dalla nascita le togli dalla serretta?, io tengo le piante nate da seme per almeno il primo anno sotto i neon, per circa il primo mese coperte da pellicola e poi per diversi mesi con frequenti innaffiature, sempre più diradate, poi le posiziono all'esterno in primavera senza che ricevano sole diretto... il giallognolo e raggrinzito mi fa pensare a troppa poca acqua, ma hai detto di aver provato vari tipi di innaffiature... potrebbe essere che la luce non è sufficiente??

Vito ha detto...

ciao e complimenti per il tuo blog, ti volevo e vi volevo chiedere se sapete quali sono i migliori vivai di piante grasse a roma?
grazie

Manuele ha detto...

Ciao e grazie di cuore per la risposta.
Tolgo le piantine dalla serretta calda una decina di giorni dopo che hanno germinato e (comprendo l'errore) le lascio sì in casa vicino ad una finestra (senza alcuna pellicola o neon) dove batte il sole diretto !!
Per le annaffiature, anche d'inverno, attendo che la terra sia completamente secca e quindi le annaffio più o meno 4-5 volte al mese. pensi che sia troppo o troppo poco ?

stranepiante ha detto...

ciao, così non so risponderti, dipende da caso a caso (oltre che da casa a casa :) ) e da pianta a pianta. cmq le poche volte che ho provato a mettere le semine o le piante dietro una finestra, per quanto ricevessero molta luce, non sono state bene... secondo me o gli metti neon o segui la semina naturale all'esterno, proteggendo dai raggi diretti ma con luce per più ore possibile. ciaociao

stranepiante ha detto...

ciao Vito, sinceramente a Roma come in molte altre città non ci sono molti vivai specializzati in piante grasse, per lo meno aperti al pubblico. nei vivai si trovano i soliti carrelli con piante più o meno facili da coltivare (che comunque sono belle ed io stesso continuo a comprarle), per trovare qualche collezionista che vende piante più particolari devi frequentare le fiere o prendere contatti sui forum, proprio da una fiera ho preso un indirizzo di un collezionista (che mi ha chiesto di non publicizzarlo online, e che molti, romani e non, conoscono). cmq mi hai dato una buona idea, dato che entro in ogni vivaio che incontro nella speranza di trovare qualcosa di nuovo, farò una lista dei vivai dove si può trovare almeno un numero discreto di piante grasse in vendita.
grazie
ciaociao

Articoli della stessa categoria: