Periodo fioritura piante grasse cactacee

Un pò di foto di fioriture di cactacee con nome!
In attesa di una tabella in lavorazione da diversi anni suddivisa in generi e specie riguardo il periodo di fioritura delle cactacee coltivate in serra fredda nel centro Italia; volendo molto indicativamente dare una scaletta dei tempi di fioritura delle piante grasse cactacee suddivise per generi più diffusi abbiamo:

Mammillaria longimamma fioritura

Mammillaria longimamma

- Mammillariaria iniziano a fiorire già da fine inverno, poi molte fioriscono a marzo, aprile e maggio, le fioriture in genere sono lunghe anche per il numero elevato di fiori, alcune fioriscono ininterrottamente da fine inverno sino all'autunno, altre fioriscono 2-3 volte durante la bella stagione.

Stenocactus fioritura

Stenocactus

- Stenocactus iniziano a fiorire nella seconda metà di marzo sino a metà aprile.

Turbinicarpus lophophoroides fioritura

Turbinicarpus lophophoroides

- Turbinicarpus, i primi da fine marzo, molti a maggio e giugno. Alcuni fioriscono da questo periodo ripetutamente per tutta l'estate.

Eriosyce napina subsp. napina fioritura

Eriosyce napina subsp. napina

- Eryosice fioriscono tra fine aprile e i primi 20 giorni di maggio.

Echinocereus viridiflorus subsp davisii fioritura

Echinocereus viridiflorus subsp davisii

- Echinocereus, alcuni fioriscono a fine aprile, altri da fine maggio.

Rebutia deminuta fioritura

Rebutia deminuta

- Rebutia iniziano a fiorire quasi contemporaneamente dai primi 10 giorni di maggio.

Gymnocalycium quehlianum fioritura

Gymnocalycium quehlianum

- Gymnocalycium fioriscono da maggio per tutta l'estate con credo unica eccezione il G. bruchii che fiorisce ad aprile e basta.

Parodia werneri fioritura

Parodia werneri

- Parodia fioriscono tra metà maggio e metà giugno, in genere con molti fiori contemporaneamente.

Astrophytum asterias fioritura

Astrophytum asterias

- Astrophytum iniziano a fiorire a metà maggio e spesso rifioriscono in piena estate.

Echinopsis chamaecereus fioritura

Echinopsis chamaecereus

- Echinopsis iniziano a fiorire a metà maggio ed anche queste spesso rifioriscono in piena estate.

Cereus repandus Sin. C. peruvianus fioritura

Cereus repandus Sin. C. peruvianus

- Cereus fioriscono tra luglio e settembre incluso.

Coryphantha sulcolanata fioritura

Coryphantha sulcolanata

- Coryphantha fioriscono tra luglio e settembre.

Ariocarpus Fissuratus fioritura

Ariocarpus fissuratus

- Ariocarpus fioriscono da fine estate all'autunno.

I periodi di fioritura sono anche influenzati dalle innaffiature, in genere la fioritura si ha solo dopo la prima nebulizzazione o innaffiatura ad es le Rebutia iniziano a fiorire prima se bagnate abbondantemente in anticipo, mentre i Turbinicarpus iniziano a fiorire anche senza aver ricevuto una prima innaffiatura, alcuni fioriscono ripetutamente se bagnati più frequentemente, spesso poco dopo un'abbondante innaffiatura.

Lophophora williamsii v. jourdaniana fioritura

Lophophora w. v. jourdaniana

Trovo curioso che le Lophophora a fine inverno producono il frutto dell'anno precedente e poi le specie più comuni iniziano a fiorire in continuazione sino all'autunno.

2 commenti:

Luca ha detto...

Ciao

Prima di tutto complimenti.

Volevo chiederti se avessi voglia di parlare di due argomenti, sia per le succulente che per le cactacee: innaffiamento (quando e come, anche nebulizzazione) e dove metterle (al sole, mezz'ombra etc, in casa...)

Luca

Stranepiante ha detto...

Ciao Luca, grazie dei complimenti e dell'input; riguardo le innaffiature c'è un post in bozza da un pò, ma avendo sempre meno tempo, specialmente nel periodo vegetativo delle piante :D vado un pò a rilento nel creare contenuti importanti come quelli che giustamente mi suggerisci di trattare. Riguardo all'esposizione per tutte vale massima luce ma sole schermato da teli ombreggianti durante la bella stagione. Da quando ho la serra sto avendo risultati eccezionali, non comparabili a quelli ottenuti coltivando in balcone anche se con ottima esposizione. Sia con le cactacee che con le non cactacee, unico accorgimento è posizionare le non cactacee e alcune cactacee in una zona della serra leggermente meno luminosa, ma sicuramente più luminosa di dove riesco a tenerle in balcone. Il concetto importante è "più ore possibili di luce continuativa filtrata e non poche ore di sole diretto e poi "ombra" come spesso accade su un balcone". Riguardo al tenerle in casa secondo me è un discorso che non si può fare, le piante grasse non possono essere coltivate in casa! cercherò di scrivere due post più dettagliati. Grazie
a presto!

Articoli della stessa categoria: