Ho mangiato la foglia… di cactus!

Per correttezza più che foglia era una pala/fusto… in riviera maya il primo avvistamento di cactus l’ho fatto in un supermercato… non nel reparto di giardinaggio le solite piantine rinsecchite magari con fiori di carta o occhi incollati, ma nel reparto frutta e verdura!

Una signora era intenta a pulire una giovane pala di Opuntia ficus-indica chiamato Nopale, si, tutti noi avremo almeno assaggiato una volta il frutto Fico d’india, ma le pale non le avevo mai viste in vendita.

opuntia ficus indica

Mangiare un cactus può fare un pò impressione, per paura delle spine, specialmente un Opuntia che le spine (glocidi) le ha sottili e pungentissime (le varie opuntia sono le piante che tocco meno spesso, perchè sistematicamente mi ritrovo pieno di minuscoli peletti pungenti difficili da individuare e rimuovere).

Ma vediamo come toglierle e come mangiare frutti e pale:

Raccolta e preparazione delle pale

Le pale devono essere giovani, quelle che si formano e crescono velocemente all'inizio dell’estate (spuntano e si allargano in pochi giorni), per poi arrestare la crescita veloce e crescere più lentamente e indurirsi durante l’anno.

Vanno tagliate all’attacatura cercando di non rovinare la vecchia pala da cui spuntano.

Vanno tenute per la parte del taglio, e con una lama affilata, tenuta quasi parallelamente alla superficie della pala, vanno spinate, facendola scorrere come un rasoio, poi sciacquate e cucinate…

nopale cucinare fico d'india

Riguardo alle ricette, ne esistono molte, essendo un alimento diffuso in Messico, una che mi è piaciuta particolarmente, non ho la ricetta precisa, ma credo che sia più o meno così: si fanno bollire sino a che non diventano morbide, in acqua con cipolle (usano quelle fresche, bianche, piccole, con le foglie ancora attaccate e verdi), si tagliano in striscioline di circa 5 x 2 cm, si lasciano insaporire con foglioline di menta, (chi vuole, peperoncino), sale ed olio e si mangiano fredde come antipasto.

nopales pale ficus indica

Per mangiare i frutti di Opuntia ficus-indica:

Particolarmente pungenti, quindi fate molta attenzione. Si raccolgono inserendoli in un bicchiere di plastica e tagliandoli alla base con un coltello; al sud molti (e l’ho comprato anche io) hanno un apposito strumento composto da un manico lungo e 2 coppette di alluminio di dimensioni leggermente diverse per adattarsi ad ogni frutto, si appoggia la coppetta sul frutto e si ruota il manico in modo che il bordo della coppetta stacchi il frutto. Poi si lasciano a bagno qualche minuto per togliere il grosso delle spine sotto l’acqua corrente, adesso si possono prendere con una forchetta, appoggiare su un piatto o foglio di giornale. Si tagliano le due estremità e si fa un taglio per la parte lunga del frutto, che raggiunga la polpa e le due estremità. Adesso con il coltello si scolla con attenzione il lembo di buccia, si ripunta la forchetta sulla polpa adesso esposta e si stacca l’altro lato di buccia, che viene via molto facilmente lasciando il frutto libero da spine che si trovano nella parte esterna rivolta verso il piatto. Non ho mai capito se dipende dal grado di maturazione o dalla pianta, ma alcuni sono di colore rosso, altri verdi, o quasi bianchi o giallo/arancio, in ogni caso sono sempre buoni quando raccolti ad agosto e di dimensioni di circa 8 cm.

Si possono mangiare così appena raccolti, ma sono molto più buoni se tenuti in freezer qualche ora.

Il frutto è un ammasso di semi circondati da polpa, è difficile sputarli anche perchè la polpa è ben attaccata ad ogni seme, ed a molti non piace ingoiare queste centinaia di semi, quindi si possono centrifugare i frutti ed inserire il liquido ottenuto in freezer mescolando ogni 30 minuti,  così otterremo una specie di sorbetto, buono e senza semi! spesso sono molto dolci, quindi non serve aggiungere zucchero.

3 commenti:

luby ha detto...

mi hai fatto venire una fameeee!!!!
grazie per le foto della pala cucinata, rendono tanto l'idea di bontà!
ora devo solo andare a caccia nei giardini di amici che ne hanno e...dare una potatina!!!!
^_^

stranepiante ha detto...

in realtà non hanno un grande sapore, si sente più che altro il condimento :)

I fiori del bene ha detto...

Dall'aspetto sembrano peperoni verdi fritti !
Personalmente dopo un travaso di Opuntia ficus-indica sono stata una settimana con una spina nel braccio : ci sono volute 2 persone per toglierla ! :(

Articoli della stessa categoria: