Raccogliere semi Euphorbia obesa

L'Euphorbia obesaEuphorbia-obesa-capsule-Africa dopo che i fiori sono stati impollinati da un'Euphorbia di sesso maschile crea delle capsule esplosive, che raggiunta la maturazione "scoppiano" disperdendo i semi lontano dalla pianta madre.

Questo originale metodo di "semina" (comune anche ad altre piante) permette all'euforbia di diffondersi nel territorio circostante uniformemente.

Tenuta in "cattività" nel nostro balcone, questo metodo di dispersione dei semi risulta inutile, un ostacolo se intendiamo raccogliere i semi per seminarli, quindi dobbiamo prendere delle precauzioni.

mascherina-usa-getta-tnt-elasticiOgni cactofilo ha trovato una sua soluzione a questo problema, ecco la mia: 

Prendere un foglio di materiale traspirante e maneggevole, il tessuto non tessuto (TNT) va benissimo, ho utilizzato il foglio più sottile e bianco che si ottiene sezionando una mascherina usa e getta (in genere formate da diversi fogli di colore e spessore differente), ma va bene qualsiasi materiale, l'importante e che non soffochi e che non si appiccichi al corpo della pianta (neanche se bagnato o per l'umidità).

tnt-mascherina-euphorbia-obesa tagliare-tnt-euphorbia

Quando vediamo che le capsule dei semi, presenti sulla sommità della pianta, si sono gonfiate dobbiamo cercare di creare un contenitore che le circondi in modo da raccogliere i semi dopo la dispersione.

tnt-euforbia-obesa-capsule-semi cappello-tnt-euforbia-obesa-semi

Ho fatto un buco al centro del tessuto in modo che entrasse a malapena la corona di capsule... Fatto?!!! :D, successivamente con delicatezza bisogna chiudere le estremità in modo da racchiudere all'interno del fagotto le capsule dell'Euphorbia.
Dato che tengo la pianta in balcone ed in questi giorni c'è un pò di vento, per sicurezza ho preferito fissare il "cappello" con degli stecchini.

euphorbia-obesa-stecchino-capsule

 


Adesso non resta altro che attendere sbirciando di tanto in tanto dalle fessure, controllando se l'Euphorbia ha liberato i semi.

 


[Aggiornamento] Dopo una ventina di giorni, si sono aperte le prime capsule, liberando i semi di Euphorbia obesa. Quando mi sono avvicinato per dare un'occhiata, appena toccato il TNT ho sentito uno schiocco, non so se era suggestione, ma credo che il tessuto abbia sfiorato una capsula che era pronta per "sparare" innescando lo scoppio.

semi euphorbia obesaCome si vede nell'angolo in basso, i semi si sono raccolti nelle pieghe del cappello, ma non tutte le capsule sono mature (anche se ci siamo quasi vedendo il colorito marroncino delle capsule ancora chiuse), quindi aspetterò qualche altro giorno prima di togliere l'involucro dalla testa dell'Euphorbia obesa, e finalmente piantare i semi.

[Aggiornamento] Ecco le macerie dopo la battaglia avvenuta nel fagotto sull'Euphorbia obesa, la pianta è giovane, il raccolto è stato di 17 semi.euphorbia obesa fagotto

Dopo la raccolta dei semi potrebbe essere utile leggere questi post:
- Informazioni di base per la semina
- Cosa serve per la semina
- Inerti utilizzati per la preparazione della composta
- Accorgimenti per la semina
- Sterilizzazione e disinfezione materiali

6 commenti:

Giada ha detto...

Ciao, ti chiedo un altro consiglio su Euphorbia Obesa: è vero che d'inverno non tollera temperature inferiori a 10 gradi?
Per quanto riguarda l'esposizione al sole cosa è meglio fare? su internet ho trovato le versioni più contrastanti...
E per quanto riguarda Stapelia Variegata?
Ho faticato parecchio prima di trovare queste due piante in commercio, non vorrei mai fargli fare una brutta fine!
Grazie veramente...

stranepiante ha detto...

ciao Giada, le mie obesa stanno fuori tutto l'anno senza serra o protezioni, sono a Roma, quindi non fa mai freddissimo anche se qualche volta vicino allo zero ci si arriva... riguardo all'esposizione le tengo a nord e ricevono poche ore di sole diretto intorno alle 16:00... sono tondeggianti ed in salute. mi preoccuperei più che altro dei marciumi, composta molto molto drenante e trattamenti antifunginei! direi le stesse cose per la Stapelia variegata (ormai Orbea variegata) che però prende più ore di sole e anche se messa in pieno sole sta benissimo. per l'Orbea fai sempre in tempo a recuperare qualche rametto se dovesse iniziare a marcire, per l'obesa invece quando ti accorgi che sta male è già troppo tardi, si volatilizzano da un giorno all'altro....
grazie ciaociao

Monica ha detto...

Salve sono Monica e anch'io ho un Euphorbia Obesa e tante altre piante grasse ma abito quasi in montagna.sto 768 mt e ogni autunno ho il problema di dove collocare queste piante per far si che superino l'inverno,ho comprato una mini serretta,secondo voi se la lascio fuori con dentro le piante le uccido o riescono a superare le gelate??

Stranepiante ha detto...

bella domanda... nessuno potrà risponderti... devi provare, tieni presente che una serra non riscaldata può mantenere all'interno una temperatura più alta dell'esterno di pochissimi gradi, specialmente se piccola ed economica potrebbe anche non fare differenze. posizionala addossata ad un muro della casa dove batte il sole per molte ore, copri le singole piante con tnt, inserisci nell'ultimo piano basso della serra taniche di acqua chiuse, metti le piante dentro la serra solo quando il terreno è completamente asciutto e incorcia le dita :D!!! nelle giornate più soleggiate, anche in inverno, nelle ore più calde, controlla la serra, guarda che la temperatura interna non salga troppo, può capitare nelle piccole serre anche in pieno inverno e controlla che non ci sia umidità...
ciaociao
buona fortuna

Filippo. Martignon ha detto...

buongiorno
abito a Padova e solo oggi sono riuscito a raccolgiere i semi (obesa)
Posso piantarli ora oppure è meglio aspettare aprile/maggio?
Se è meglio all'inizio della primavera come posso conservare per tutto l'inverno i semi?...cioè da quando li raccogo a quando li semino dopo circa 8 mesi.....grazie Filippo

Stranepiante ha detto...

ciao, in bustine di carta in un barattolo al buio e non al caldo.

Articoli della stessa categoria: